Per una visione unitaria e integrata
della letteratura dell’arte e della conoscenza
Pagina facebook di Il ramo e la foglia edizioni Pagina twitter di Il ramo e la foglia edizioni Pagina instagram di Il ramo e la foglia edizioni Pagina youtube di Il ramo e la foglia edizioni
Per una visione unitaria e integrata della letteratura dell’arte e della conoscenza
Pagina facebook di Il ramo e la foglia edizioni Pagina twitter di Il ramo e la foglia edizioni Pagina instagram di Il ramo e la foglia edizioni Pagina youtube di Il ramo e la foglia edizioni

Notizie » Consigli di lettura e un augurio

Proposta di lettura [Libri] 28/12/2020 12:23:18

Il ramo e la foglia edizioni

Il ramo e la foglia edizioni

Alla vigilia di questo Natale 2020 così particolare, ci siamo interrogati su quali letture ci avessero colpito tanto da volerle condividere con tutti coloro che ci hanno seguiti e sostenuti finora. Ne è uscita la lista che segue e una consapevolezza: di bei libri c’è bisogno tutto l’anno, non solo quando bisogna mettere dei doni sotto l’albero (ma è anche vero che regalarne e riceverne dà sempre una gioia infinita!).
Con questo elenco speriamo di potervi regalare qualche bell’incontro letterario che vi accompagni a lungo. Poi chissà, di qualcuno di questi autori forse torneremo a parlarvi molto presto.
Vi auguriamo di incontrare sempre libri e parole belle.


Caspar Henderson, Il libro degli esseri a malapena immaginabili, Adelphi
Un moderno bestiario che parla di animali realmente esistenti ma con caratteristiche incredibili.

Edmund Gosse, Padre e figlio, Adelphi
I rapporti tra un padre fondamentalista puritano e il figlio che lentamente ma inesorabilmente si allontanerà (libererà) dalla religione e dall’influenza paterna.

Peter Cameron, Coral Glynn, Adelphi
Una storia apparentemente leggera, che parte in sordina ma finisce per colpire il lettore e mostrare un mondo inatteso.

Mark Z. Danielewski, Casa di foglie, 66thand2nd
Un libro ergodico che mostra un abisso aprirsi in seno a una famiglia facendo precipitare al suo interno ogni cosa. Un libro sorprendente.

Julien Green, Vertigine e Viaggiatore in terra, Nutrimenti
“A differenza dei romanzieri cui siamo abituati, Julien Green non descrive i suoi personaggi: li materializza.” – W. Benjamin

Leonardo Bonetti, Racconto d’inverno, Marietti 1820
Qual è la presenza che ossessiona il protagonista e che sembra nascondersi nella casa?

Ezio Sinigaglia, L’imitazion del vero, TerraRossa Edizioni
Breve, sorprendente romanzo di Ezio Sinigaglia: si presenta come un gioco degli specchi, del doppio, un Doppelgänger cinquecentesco, in cui tutto è il riflesso e l’opposto di tutto, ogni cosa si specchia senza vedersi nel suo simile.

Gabriella Maleti, Amari asili, Loggia De’ Lanzi
Discorso di cose, di forti presenze umane (tragiche quanto grottesche), di duro dolore e pietà, di paradossi e deformante sarcasmo.

Matteo Trevisani, Libro dei fulmini, Atlantide
Romanzo su misteri antichi e sulla compresenza di diverse dimensioni, una lettura affascinante.

Edmund White, Il nostro caro ragazzo, Fandango Playground
Guy conduce una vita fiabesca, lontana dalle preoccupazioni materiali più pressanti, divisa fra lusso, feste e sesso sfrenato.

Manuel de Freitas, Ubi sunt, Averno
Una poesia in cui il verso lascia il posto al poema in prosa, in lingua portoghese.

Mariella Bettarini, la scelta – la sorte, Gazebo
“nel patimento e nella grazia /c’è oro – ma è più oro /nella grazia o nel patimento? /dillo – aiutami – dillo augellino desto”

Michele Mari, Dalla cripta, Einaudi
“Dalla cripta dove giace la tradizione poetica italiana che oggi appare più desueta, Mari trae materiali che gli permettono di scendere nella cripta di sé stesso.” – dalla quarta di copertina

Mickaël Launay, Il grande romanzo della matematica, La Nave di Teseo
“Nella matematica, anche la più semplice, c’è una fonte inesauribile di stupore e di meraviglia.” – dalla quarta di copertina
Il libro traspira la passione del suo autore, essa si rivela nelle sue osservazioni del mondo che lo circonda, nelle sue visite a musei e luoghi in cui sono nascosti elementi matematici che ai più possono sfuggire.

Jim Baggott, Origini, Adelphi
La storia scientifica della creazione. Un percorso multidisciplinare dalla nascita dell’universo fino alla vita e all’homo sapiens. Un percorso scientifico che ha la stessa attrattiva di un romanzo, a dimostrazione che realtà e fantasia sono, in fondo, sinonimi.

Sophia de Mello Breyner Andresen, Livro sexto, Assírio & Alvim
“O poema me levará no tempo / Quando eu já não for a habitação do tempo / E passarei sozinha / Entre as mãos de quem lê”
“La poesia mi condurrà nel tempo / Quando non sarò più l’abitazione del tempo / E passerò solitaria / Dentro le mani di chi legge”

Patrizia Cavalli, Vita meravigliosa, Einaudi
“Rappresenta una summa della poesia di Patrizia Cavalli, attraverso le ossessioni ricorrenti, i temi e i molteplici registri stilistici che la caratterizzano.” – dalla quarta di copertina
“Una poeta che trasforma il privato in universale e viceversa.” – Il Foglio

Ocean Vuong, Cielo notturno con fori d’uscita, La Nave di Teseo
“È una lingua nuova, di commistione e creazione, in cui l’amore per il classicismo si fonde con la ricerca di nuove forme.” – dal risvolto di copertina

Wisława Szymborska, Opere, Adelphi
Una poesia ironica, analitica, per certi versi impietosa ma profondamente umana; la forma del verso riflette l’armonia del cosmo in cui la poetessa va a cogliere particolari evidenti ma fuggevoli.


Una parte di questi consigli è stata pubblicata in video nella sezione Notizie del sito e a breve sarà disponibile anche sul nostro canale Youtube.
Buone feste da Il ramo e la foglia edizioni!