Per una visione unitaria e integrata
della letteratura dell’arte e della conoscenza
Pagina facebook di Il ramo e la foglia edizioni Pagina twitter di Il ramo e la foglia edizioni Pagina instagram di Il ramo e la foglia edizioni Pagina youtube di Il ramo e la foglia edizioni
Per una visione unitaria e integrata della letteratura dell’arte e della conoscenza
Pagina facebook di Il ramo e la foglia edizioni Pagina twitter di Il ramo e la foglia edizioni Pagina instagram di Il ramo e la foglia edizioni Pagina youtube di Il ramo e la foglia edizioni

Di prossima pubblicazione

Se vuoi essere informato relativamente alle prossime uscite e altre novità, puoi iscriverti alla nostra Newsletter »

In libreria dal 26/04/2024
Copertina: fotografia di Alessandra Matteucci

Copertina: fotografia di Alessandra Matteucci

Se camminare fa troppo rumore
Giusi D’Urso

collana Romanzi | n. 14

copertina flessibile: 140x210 mm - pp. 224
ISBN: 9791280223357

prezzo: € 15,20
16,00 € -5%
nessuna spesa di spedizione per l’Italia

data di pubblicazione: 26/04/2024


PREORDINA il libro »
Per preordini e acquisti non è richiesta la registrazione. Nessuna spesa di spedizione in Italia.
Se abiti in un’altra nazione o per altre esigenze o domande di ordine commerciale clicca qui »
Acquistando dal nostro sito ne accetti i termini e le condizioni di vendita
Da una stanza con una finestra troppo alta, attraverso una narrazione che alterna lucidità e delirio, una donna ricompone la sua vita di fatiche e traumi, in una città, Pisa, che sente inospitale. Ne fa un racconto frammentato in cui tempi e spazi si sovrappongono e si intrecciano in un rompicapo che si risolve nelle ultime pagine del libro.
Se camminare fa troppo rumore racconta la difficoltà e la fatica di diventare adulti in una famiglia segnata dalla follia e dal modello patriarcale. Attraverso il racconto della battaglia che la protagonista ingaggia con sé stessa, con gli ostacoli e con la città, questo romanzo ci mostra le storture di una società indifferente e inadeguata di fronte al disagio psichico e al dramma esistenziale che ne consegue.

«Al centro del romanzo di Giusi D’Urso stanno le case. Quella con il giardino, della piccola Sofia. Quella con il balcone intorno, come una prigione. Quella dove Sofia adolescente va a vivere una volta trasferitasi a Pisa con la famiglia, così umida che “pure i miei sogni sanno di muffa”. Quella chiusa, trascurata, dove la donna si incontra con il suo amante. La casa non protegge mai in questa storia, ma è il luogo chiuso dei rapporti malati. “Le muffe mi perseguitano”, vorrebbe dire Sofia all’unico uomo che sembra avere un interesse limpido per lei. E le muffe, insieme all’umidità e alle scutigere, viste, temute, immaginate, caratterizzano tutto il racconto che la protagonista fa, chiusa in una stanza non più casa sua, ma finalmente, e dolorosamente, sicura. Un romanzo umido, di un’esistenza che corre e non vede mai la luce del sole.» Veronica Galletta

*

«Eppure gli equilibri precari hanno dentro piccole felicità intense. Punte di gioia inimmaginabile, incastonate in aree cedevoli con un nonnulla. Sono assaggi di bellezza, illusioni sottovuoto, pendii suggestivi e scoscesi. Vivere di equilibri precari è crescere da equilibristi senza rete: adesso che ho per la testa il bordo sottile su cui ho camminato mentre crescevo, mi rendo conto di quanto equilibrismo ho praticato.»

*

Puoi acquistare il libro sul nostro sito 📚📬 oppure rivolgendoti al tuo libraio di fiducia (siamo distribuiti da Messaggerie Libri) oppure in tutte le librerie on line, eccone alcune 👇👀

📗 Amazon
📙 Ibs
📘 Libreriauniversitaria
📕 Hoepli
📒 La Feltrinelli
📓 Unilibro
Scarica la copertina fronte/retro Scarica la copertina fronte-retro del libro
Scarica la scheda del libro Scarica la scheda del libro

In libreria dal 24/05/2024
Copertina: Kellette Elliott, The Struggle, collage realizzato con riviste vintage, circa 8x13 cm

Copertina: Kellette Elliott, The Struggle, collage realizzato con riviste vintage, circa 8x13 cm

Canzoni per il mio utero
Maria Cefalà

collana Poesia | n. 10

copertina flessibile: 140x195 mm - pp. 64
ISBN: 9791280223364

prezzo: € 11,40
12,00 € -5%
nessuna spesa di spedizione per l’Italia

data di pubblicazione: 24/05/2024


PREORDINA il libro »
Per preordini e acquisti non è richiesta la registrazione. Nessuna spesa di spedizione in Italia.
Se abiti in un’altra nazione o per altre esigenze o domande di ordine commerciale clicca qui »
Acquistando dal nostro sito ne accetti i termini e le condizioni di vendita
Sottotitolo: per Bach e per l’opposto al mio Zenit

Queste canzoni sono il frutto di mesi terrificanti e grondanti sangue. L’evento chiave è il marasma di un aborto volontario e non voluto. A volte la vita gioca strani scherzi per indicare la direzione da percorrere; così l’autrice: «Ho sempre guardato la maternità con lontana amichevolezza, qualcosa che sarebbe avvenuto o forse no, a patto ch’io fossi pronta. Non come quelle donne che portano al polso un martellante orologio biologico, schiave di una società che le impone madri, prima che individui realizzati». Maria Cefalà, in questo suo esordio in versi, ci accompagna, con sconcertante franchezza, nel personale e intimo percorso di rinascita e affermazione della propria dimensione femminile; i testi sono profondamente autobiografici e cuciono sacro e profano, deità e bestialità nel racconto dei tre poli attorno ai quali ha ruotato, per un certo periodo, la sua vita: «Un uomo, opposto al mio Zenit; il mio utero, che mai avevo sentito così pulsante; Bach, la dimensione salvifica che ripulisce dal dolore e lo rende non solo sopportabile, ma sensato». Il grande compositore diventa il padre desiderato e la sua musica rifugio e luogo di salvezza.

*

Tintinna delicata la tua musica
oltre le mura del mio corpo
della stanza candida d’ospedale
e del mondo.

*

Puoi acquistare il libro sul nostro sito 📚📬 oppure rivolgendoti al tuo libraio di fiducia (siamo distribuiti da Messaggerie Libri) oppure in tutte le librerie on line, eccone alcune 👇👀

📗 Amazon
📙 Ibs
📘 Libreriauniversitaria
📕 Hoepli
📒 La Feltrinelli
📓 Unilibro
Scarica la copertina fronte/retro Scarica la copertina fronte-retro del libro
Scarica la scheda del libro Scarica la scheda del libro

In libreria dal 21/06/2024
In copertina: Andreas Cellarius, “Harmonia Macrocosmica”**

In copertina: Andreas Cellarius, “Harmonia Macrocosmica”**

Dall’Etere di Aristotele
al campo gravitazionale di Einstein

Luciano Siviglia

collana Saggi | n. 5

copertina flessibile: 140x210 mm - pp. 240
ISBN: 9791280223371

prezzo: € 16,00
nessuna spesa di spedizione per l’Italia

data di pubblicazione: 21/06/2024


PREORDINA il libro »
Per preordini e acquisti non è richiesta la registrazione. Nessuna spesa di spedizione in Italia.
Se abiti in un’altra nazione o per altre esigenze o domande di ordine commerciale clicca qui »
Acquistando dal nostro sito ne accetti i termini e le condizioni di vendita
La lunga storia dello spazio pieno

La millenaria storia dell’Etere è semplicemente travolgente. Da Omero fino ad Einstein, la strada percorsa da questo modello scientifico è colma di correzioni, ripensamenti e rifiuti. Tra fasto e rovina, attributi divini ed equazioni matematiche, ciò che non è mai venuto meno è il latente legame con una tendenza, culturale e scientifica, che ha spinto l’uomo d’ogni epoca a una decisa riluttanza nei confronti del vuoto. All’Etere, infatti, sono state attribuite le più disparate proprietà, da scuole di pensiero diverse in tempi differenti, ma esso ha sempre e comunque ricoperto almeno il ruolo di plenum, ovvero di quella peculiare sostanza atta a riempire lo spazio che, altrimenti, sarebbe rimasto intollerabilmente vuoto.
La pienezza dello spazio è stata ininterrottamente intrecciata al concetto di Etere fino alla genesi dell’entità fisica denominata campo: Aristotele ed Einstein sono le due pietre miliari di questo meraviglioso viaggio.

*

«È da poco giorno. Gli Achei affilano le loro lance, lucidano gli scudi e preparano carri e cavalli. Timore e una specie di ebbrezza aleggiano tra i guerrieri: da lì a poche ore saranno in battaglia. Alcuni mangiano per rifocillarsi, pochi di loro riposano, i più pregano. Tra questi Agamennone, che immolato un bue e riuniti i comandanti, invoca la protezione di “Zeus gloriosissimo, abitatore dell’etere”. È questa la prima occorrenza, nella letteratura occidentale a noi nota, del lemma greco αἰθήρ, aither, etere.»

** In copertina: Andreas Cellarius, Harmonia Macrocosmica, Amsterdam: s.n., 1660 – Tavola 2: Scenographia systematis mvndani Ptolemaici (Panoramica della cosmografia di Tolomeo); parte della «Rex Nan Kivell collection of maps», MAP NK 10241, National Library of Australia.
La tavola è una mirabile rappresentazione secentesca dell’Universo immaginato da Aristotele e difeso da Tolomeo. Pubblicata per la prima volta da Johannes van Loon, nella carta celeste si può ravvisare la Terra al centro del cosmo, il Sole e i vari pianeti intorno, infissi nei rispettivi cerchi concentrici, e la singolare presenza della fascia dello zodiaco.
Scarica la copertina fronte/retro Scarica la copertina fronte-retro del libro
Scarica la scheda del libro Scarica la scheda del libro

Per qualunque domanda puoi contattarci: contatti »

Se invece vuoi inviare il tuo manoscritto consulta la pagina: invio manoscritti »