Per una visione unitaria e integrata
della letteratura dell’arte e della conoscenza
Pagina facebook di Il ramo e la foglia edizioni Pagina twitter di Il ramo e la foglia edizioni Pagina instagram di Il ramo e la foglia edizioni Pagina youtube di Il ramo e la foglia edizioni
Per una visione unitaria e integrata della letteratura dell’arte e della conoscenza
Pagina facebook di Il ramo e la foglia edizioni Pagina twitter di Il ramo e la foglia edizioni Pagina instagram di Il ramo e la foglia edizioni Pagina youtube di Il ramo e la foglia edizioni

Notizie » I gufi narranti: intervista a Timothy Megaride

Intervista [Autore] 27/06/2021 12:00:00

🎤 Come hai pensato alla struttura così originale del tuo romanzo?

T.M. 🎤 La lingua adoperata è inventata, mettendo insieme l’eloquio di adolescenti di varie regioni italiane. Non volevo una caratterizzazione regionale perché i ragazzi, anche per effetto delle forme di comunicazione predilette, si parlano (chattano) da un capo all’altro del paese, se non del mondo. In altri termini volevo caratterizzare non questo o quell’adolescente, ma un adolescente “tipo”, qui ed ora. Definirei la lingua adoperata un medio italiano colloquiale. Una sorta di koinè marcatamente adolescenziale. Si tratta, in ogni caso, di lingua parlata, all’impronta, senza le limitazioni prescrittive della grammatica colta.

Ringraziamo I gufi narranti per l’intervista a Timothy Megaride, autore del romanzo “Adolesco”
🎤👇👀

Approfondisci: leggi l’intervista su I gufi narranti »
Visita la pagina di Timothy Megaride