Per una visione unitaria e integrata
della letteratura dell’arte e della conoscenza
Pagina facebook di Il ramo e la foglia edizioni Pagina twitter di Il ramo e la foglia edizioni Pagina instagram di Il ramo e la foglia edizioni Pagina youtube di Il ramo e la foglia edizioni
Per una visione unitaria e integrata della letteratura dell’arte e della conoscenza
Pagina facebook di Il ramo e la foglia edizioni Pagina twitter di Il ramo e la foglia edizioni Pagina instagram di Il ramo e la foglia edizioni Pagina youtube di Il ramo e la foglia edizioni

Notizie » “Il verbo leggere”: una lettura in anteprima di “Adolesco”

Recensione [Libri] 29/03/2021 12:00:00

📝👀 «Quale ‘crimine’ ha commesso Tommaso? Per scoprirlo dobbiamo calarci nei panni di Sherlock Holmes: dobbiamo rimettere insieme, una pagina alla volta, i pezzi del suo puzzle-storia. Dobbiamo riunire i frammenti di una trama che si riavvolge su sé stessa, seguendo le intermittenze del cuore e l’andamento di una confessione orale, fatta di ripensamenti e rivelazioni improvvise: 🧑 ‘Non so se voi avete mai fatto un puzzle, tenete presente? Io, prima, qualche volta li facevo. Ora immaginate una cosa, tipo, che, quando voi non ci siete, il vostro cane si mangia dei pezzi del puzzle o li mordicchia tutti che voi non li potete più usare e magari sono dei pezzi importanti per formare la figura. Allora voi non potete finire il lavoro e la figura è tutta strana che voi non sapete che cazzo è. Bene è così anche per la mia storia. Cioè ci mancano dei pezzi importanti perché questi pezzi ve li hanno rubati gli adulti com’è successo a me.’»

⭐ Il nostro grazie a Benedetta Berio per la sua lettura in anteprima di “Adolesco”, dalla quale è scaturita l’invitante, intelligente e colta recensione che proponiamo. Ringraziamo anche “Il verbo leggere” per lo spazio dedicato al libro, ci ha colpito la bella impaginazione con i video e le citazioni. Qui sotto trovate il link per aprire la pagina della recensione e leggerla per esteso.

📝👀👇

Approfondisci: leggi la recensione di Benedetta Berio su “Il verbo leggere” »
Visita la pagina di Timothy Megaride