Per una visione unitaria e integrata
della letteratura dell’arte e della conoscenza
Pagina facebook di Il ramo e la foglia edizioni Pagina twitter di Il ramo e la foglia edizioni Pagina instagram di Il ramo e la foglia edizioni Pagina youtube di Il ramo e la foglia edizioni
Per una visione unitaria e integrata della letteratura dell’arte e della conoscenza
Pagina facebook di Il ramo e la foglia edizioni Pagina twitter di Il ramo e la foglia edizioni Pagina instagram di Il ramo e la foglia edizioni Pagina youtube di Il ramo e la foglia edizioni

Notizie » MorkMindyOrk: Poco allegretto

Recensione [Libri] 15/02/2022 18:00:00

Ringraziamo Alessandra Bartucca e MorkMindyOrk per la recensione alla raccolta di poesie di Manuel de Freitas, “Poco allegretto” 📝👇👀

«Come provare a raccontare questo tempo regalando al lettore un’opportunità di visuale dell’esistente senza cadere vittime delle forme assolute di catastrofismo che non offrono altro che la condizione infruttuosa del soccombente? Come generare un immaginario a cui ci si possa appigliare per muoversi in un futuro lontano attualmente da ogni possibile configurazione di prospettive? Come renderlo, ammesso che si riesca a generarlo, direttiva di un tracciato di coordinate funzionali a una capacità di stare, nella vita e nelle cose, in cui ora parrebbe esaurirsi ogni umana ricerca di senso? Qualche soluzione prospettica ce la offrono i due testi che Ork oggi ospita. “Poco allegretto” (a cura di Roberto Maggiani), la raccolta poetica del portoghese Manuel de Freitas, recentemente edita da “Il ramo e la foglia”, e il più datato (prima edizione: gennaio 2020) “Piccole apocalissi”, le brevi narrazioni di Livio Santoro raccolte in questa insolita pubblicazione di “Edicola ediciones”, rappresentano il terreno fertile, l’occasione ideale, anche in relazione alla differente forma narrativa in cui rendono un’inquietudine a tratti coincidente, per affrontare il tema e provare a svilupparlo spingendolo più in là dei precedenti parziali approdi del nostro pianeta. Questo perché certamente la scelta di declinare tematiche affini al senso di attuale smarrimento in cui versiamo, nonostante la circoscrizione estremamente intimista dei versi poetici di Manuel de Freitas, nella forma poetica piuttosto che in quella di narrazioni talmente brevi da non potere essere agevolmente inquadrate in un’idea tradizionale di racconto, offre un ingresso agevolato alla creazione di basi abbastanza solide per la definizione di un immaginario molto meno catastrofista di quanto si possa credere in relazione alle nostre premesse e ai titoli. Discorso ampio. Urge procedere con ordine. [continua... 📝👇👀]»

🔍 approfondisci: leggi la recensione completa su MorkMindyOrk »
📓 visita la pagina del libro